Pareggio stretto per il Manduria e rigore negato per fallo su Riezzo

 

 

Il pareggio maturato al Dimitri si può definire un risultato bugiardo, considerando il fatto che i biancoverdi, dopo avere acquisito un doppio vantaggio, si sono visti beffati dapprima da un rigore generosamente concesso agli ospiti per presunto fallo di mano di un giocatore in barriera, poi da un tiro che schizza sul palo e finisce in rete. Nulla da eccepire per ciò che riguarda il portiere De Marco che, malgrado accusi ancora dei postumi dell’infortunio, ha voluto essere in campo compiendo interventi che hanno salvato la porta biancoverde in diverse occasioni. I ragazzi diretti da mister Cannarile, hanno giocato un ottimo primo tempo, realizzando due goal e andando vicinissimi alla segnatura in almeno altre tre occasioni. Nella ripresa è stato il rigore a creare nervosismo e a produrre un certo disorientamento. Malgrado tutto, e nonostante le assenze di alcuni difensori titolari, il Manduria si è bene espresso e, la rete segnata negli ultimi minuti da Turi scaturita dall’improvviso cambiamento di traiettoria del pallone dopo che ha urtato contro l’incrocio dei pali. Contestazioni dei manduriani su un rigore non concesso dal signor Tomasi di Lecce, dopo che Riezzo è stato nettamente falciato in piena area.

Ogni dubbio comunque verrà fugato nel corso del programma del lunedì sera “Triplice Fischio” in onda alle 21 su Rtm canale 95 del digitale terrestre. Questa la sequenza delle azioni e dei goal. Siamo al 4’ Gennari cede di esterno la sfera a Scarciglia il quale allunga per Riezzo che sferra un preciso diagonale costringendo Ricci a deviare in angolo. Al 5’ altra occasione per i biancoverdi, su calcio di punizione battuto da Gennari, palla che perviene a Danese che di testa impegna Ricci. Al 9’ si fa vivo il Massafra, con Turi il cui tiro viene bloccato da De Marco bene appostato. I biancoverdi premono e al 15’ sprecano un’altra ghiotta occasione, con Scarciglia che sfiora il palo. Al 20’ su iniziativa di Novellino, De Marco costretto a rifugiarsi in angolo. Il Manduria sembra avere indovinato l’approccio alla partita e al 25’ sblocca il risultato, torre di Scarciglia per l’accorrente Riezzo che spedisce in rete. Ghiotta azione da rete sprecata al 34’ Riezzo passa la sfera a De Nitto che cede al centro per Gennari che da buona posizione manda alto sulla traversa. Il primo tempo si chiude sul 2 a 0 per il Manduria con goal realizzato al 40’ da Gennari. A cambiare le cose nella ripresa un rigore concesso al Massafra. il tutto si sviluppa da un punizione dal limite dell’area battuta da Turi con palla che rimbalza dopo avere colpito il braccio di un giocatore in barriera, per l’arbitro è calcio di rigore che trasforma Maldarizzi. Da quel momento inizia un certo nervosismo in campo e comunque i biancoverdi non capitalizzano in almeno altre tre occasioni. Al contrario gli ospiti riescono a pareggiare il conto con Turi che fa partire un tiro cross che si infila in rete dopo una carambola sul palo. Purtroppo, con questo pareggio la situazione per il Manduria si fa un po’ critica trovandosi in pratica a dover combattere per la salvezza.

M.L.P.

Manduria: De Marco, Nodriano ( 31’ s.t. Granata), Sanarica, Arcadio, Sanna, Danese, Riezzo, De Nitto, Scarciglia, Gennari (23’ s.t. Jabarteh), Ciniero (34’ s.t. My). A disp.: Dimagli, Carrozzo, Di Comite, Galente. All. Cannarile

Massafra: Ricci, Coronese, Pisano, Marraffa, Riformato, Miraglia, Masella (1’ s.t. Salvi), Maldarizzi, Nvellino, Turi (39’ s.t. Borracci), Camara (49’ s.t. Greco). A disp.: Santoro, Caffio, Pilloli, Ricatti. All. Novellino

Arbitro: Tomasi di Lecce

Reti: p.t.: 25’ Riezzo, 40’ Gennari. S.t.: 4’ Maldarizzi (rig.), 23’ Turi

Note: Ammoniti: Riformato, Maldarizzi, Turi. Angoli: 7 a 6 per il Massafra.

Questo articolo è stato letto 168 volte

Redazione
About Redazione 21872 Articoli
Redazione de "La Voce di Manduria"

Commenti con Facebook

Commenta per primo

Lascia un commento