Ombrelloni, demanio e business

In questi giorni chiacchierando con un amico sono venuto a conoscenza che presso gli uffici amministrativi del nostro comune giacciono, in attesa di prossima autorizzazione, poco meno di trenta richieste per la concessione di tratti di spiaggia (Demanio Pubblico, cioè di tutti) da adibire a stabilimenti balneari. Se da tempo si applica la strategia, abbondantemente rodata, del CRAI PARI e cioè nulla offrire e farselo strapagare da chi, turista, viene qui un po’ per sbaglio un po’ per moda  per poi non ritornare più, mi chiedevo infatti, quando sarebbero arrivate queste richieste?

 I turisti in estate hanno la possibilità di scegliere di venire qui o andare altrove, mentre se noi poveri residenti stanchi dei disservizi che la nostra città ci offre molto bene volessimo riversarci sulla costa in cerca, almeno, di refrigerio saremo anche costretti a pagare per bagnarci in un mare che, anch’esso diventerà probabilmente non dei migliori -vedi depuratore-, ma è di tutti. Basta con la logica dell’interesse del singolo a scapito della collettività: basta.

Peppe Guida

Questo articolo è stato letto 808 volte

Redazione
About Redazione 21832 Articoli
Redazione de "La Voce di Manduria"

Commenti con Facebook

Commenta per primo

Lascia un commento