Lotta alla contraffazione, il “bottino” dell’assessore Toma

hqdefaultMANDURIA – E’ di un centinaio di scarpe griffate, tutte abilmente contraffatte, e duecento oggetti di bigiotteria il “bottino” della merce sequestrata dalla polizia municipale di Manduria ai venditori abusivi di San Pietro in Bevagna. E’ questo il risultato dei controlli effettuati nelle marine dai vigili urbani su indicazione dell’assessore al Commercio del comune di Manduria, Paride Toma. Tutti i prodotti per un valore commerciale stimato di circa duemila euro saranno distrutti perché non a norma e quindi pericolosi. A questa quantità si deve aggiungere quella posta sotto sequestro, per le stesse ragioni, dagli altri corpi di polizia sollecitati anche loro dall’assessore Toma. Scontata la sua soddisfazione per i risultati raggiunti. “L’elevata professionalità e la grande passione degli uomini dei nostri organismi di controllo  – dichiara Toma – sono due dei fattori che ci hanno permesso di raggiungere ottimi risultati nella lotta alla contraffazione. I numeri dimostrano che siamo sulla strada giusta, ma che non dobbiamo mai abbassare la guardia, perché la tutela dei consumatori e dei produttori è fondamentale”.

Questo articolo è stato letto 1.119 volte

Redazione
About Redazione 22403 Articoli
Redazione de "La Voce di Manduria"

Commenti con Facebook

Commenta per primo

Lascia un commento