La giunta “dimentica” il piano triennale delle opere pubbliche

Il bilancio di previsione dell’anno in corso che il Consiglio comunale dovrà approvare entro febbraio, non potrà contenere l’allegato del piano triennale dei lavori pubblici. Motivo? L’amministrazione, la giunta in questo caso, si è dimenticata di pubblicarlo, pare, anzi, che non lo avrebbe ancora redatto. Un fatto politicamente grave per un ente privarsi di uno strumento senza il quale non potrà realizzare nessuna opera di rilievo. La notizia che è stata diffusa dal giornale on line Casalnuovo (del cui direttore Enzo Caprino pubblichiamo un commento a parte), sarebbe inedita per Manduria. Non era mai successo, infatti, che il bilancio di previsione fosse privo del documento che permette di investire progetti per opere di pubblica utilità.

Dal punto di vista pratico, il piano triennale di cui si parla è uno strumento che predispongono i tecnici sulla scorta però di indicazioni politiche che toccano, come è ovvio, al sindaco e alla sua giunta. L’ingegnere Antonio Pescatore, da poco in pensione e quindi profondo conoscitore dell’argomento, pare che già a novembre scorso avesse inviato una lettera all’allora assessore al ramo, Amleto Della Rocca e al sindaco Roberto Massafra, per chiedere direttive in merito. Il sollecito del tecnico, però, così come sostiene lo stesso Pescatore in una dichiarazione pubblicata oggi da Casalnuovo, pare non abbia sortito nessun effetto. Un problema che non si sarebbe posto neanche l’attuale assessore ai Lavori Pubblici, Leonardo Notarnicola, ammesso che ne avesse avuto il tempo visto che si è insediato da poco.

Questo articolo è stato letto 328 volte

Redazione
About Redazione 21832 Articoli
Redazione de "La Voce di Manduria"

Commenti con Facebook

Commenta per primo

Lascia un commento