Curri: «Il grillino e la Regione Puglia, due pesi e due misure»

(Intervento sul depuratore dell’ingegnere Antonio Curri alla conferenza organizzata dal Movimento Uniti per Manduria del 17 marzo 2017) – Nell’ultimo consiglio comunale sul depuratore che si è tenuto a Manduria è venuto anche il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Casili come se fosse l’ultimo degli esperti. Lui diceva, a proposito di Aqp, che non mantiene gli impegni presi, cioè, a noi dice: manduriani accettate questo progetto che vi presenta Aqp perchè è buono, mentre per quello di Nardò e Porto Cesareo dice il contrario perché di Aqp non si fida in quanto non mantiene li impegni.

Il consigliere Casili si riferiva ai finanziamenti del Por, cioè i soldi che la Regione Puglia intende spendere per finanziare impianti depurativi e idrici in tutta la Regione. Casili si riferiva alla delibera del 2016 che contiene tutto il programma degli impianti ammissibili a finanziamento; sono in tutto 560 milioni di euro e in tutti questi soldi Manduria non è manco considerata mentre per Nardò ci sono 3 milioni e oltre.

In questo elenco di tanti Paesi Manduria non esiste, e poi, a che serve il depuratore lì sulla costa se in tutta la costa non c’è una rete fognaria? Vogliono fare come Sava che ha una rete ma non ha un collettore dove scaricare i reflui e a da noi vogliono fare esattamente il contrario: creare un depuratore senza una rete.

Antonio Curri (Clicca qui per seguir eil video)

Questo articolo è stato letto 217 volte

Redazione
About Redazione 22384 Articoli
Redazione de "La Voce di Manduria"

Commenti con Facebook

Commenta per primo

Lascia un commento