Mercoledì 11 luglio, a partire dalle ore 20.30

​“Rifiorisce il Centro Storico” con la Confcommercio

​“Rifiorisce il Centro Storico”. E’ questo il nome dato all’ultima iniziativa messa in campo in questi giorni dalla delegazione di Confcommercio Manduria con la collaborazione di molti esercenti del borgo.

Locali
Manduria martedì 10 luglio 2018
di La Redazione
Fiori
Fiori © Google

Rifiorisce il Centro Storico. E’ questo il nome dato all’ultima iniziativa messa in campo in questi giorni dalla delegazione di Confcommercio Manduria con la collaborazione di molti esercenti del borgo.

Mercoledì 11 luglio, a partire dalle ore 20.30, tutta la cittadinanza potrà ammirare il suo nuovo styling mediterraneo del centro storico di Manduria. All'esterno di tutte le attività commerciali che hanno aderito all'iniziativa saranno infatti posizionate fioriere di diverse forme e grandezze realizzate con materiale di riciclo (pallet) rivisitate in chiave shabby chic. Le fioriere eco-sostenibili diventeranno così mini orti pensili urbani: nuove dimore di piantine tipiche della macchia mediterranea, dal profumatissimo basilico alla menta e alla salvia, passando ai colori solari dei peperoncini! Ogni fioriera, sarà personalizzata da una parola, un aggettivo e da espressioni di speranza per il futuro della città! In più, durante tutta la serata di mercoledì, i locali che hanno scelto di aderire all’iniziativa proporranno ai propri clienti aperitivi, stuzzichini e cocktail speciali ispirati proprio alle piante aromatiche mediterranee.

L’iniziativa, fortemente voluta dal presidente della delegazione Messapica, Dario Daggiano, e dalla consigliera Grazia Messene, vuole essere un piccolo segnale di buon augurio per Manduria e di invito a ripartire dalla bellezza: “Iniziativa che – commenta il presidente Daggiano - sarebbe stata irrealizzabile senza il sostegno di quegli esercenti che hanno preso a cuore il progetto e che, ne siamo sicuri, con la loro creatività sapranno in futuro farla crescere ancor di più.”

Da anni, infatti, il Centro Storico di Manduria vive una situazione di degrado ed incuria: scritte vandaliche che deturpano i muri, caseggiati abbandonati e pericolanti, verde pubblico quasi del tutto assente che, negli anni, ha portato sempre a un più crescente malcontento dei commercianti che operano attivamente e con tanta forza di volontà.

Benché la zona storica di Manduria abbia bisogno di ulteriori e importanti interventi (come ad esempio la realizzazione di una isola ecologica ad uso esclusivo dei commercianti, la rivalutazione della viabilità e della zona a traffico limitato, la qualificazione dell’illuminazione pubblica, oltre che un servizio più capillare di controllo della sicurezza) l’iniziativa degli orti pensili può essere considerata l’avvio dell’auspicio percorso da mettere in campo per il miglioramento del paesaggio urbano. Si tratta, evidentemente, di un progetto minimo rispetto alla mole di attività che pure il borgo manduriano meriterebbe, ma che vuole soprattutto essere un segnale forte di vicinanza rispetto ai commercianti della zona che si sono resi disponibili e un importante inizio di collaborazione e impegno in vista di soluzioni ed interventi futuri ancora più efficaci.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • lorenzo ha scritto il 10 luglio 2018 alle 12:07 :

    Basta crederci. Il bello si può fare. E ora toccherebbe ai singoli cittadini unirsi, copiare per far vivere il bello a tutti. Contagiarsi gente, contagiarsi Rispondi a lorenzo

Altre news
Le più commentate
Le più lette