Ordinanza balneare

Retata dei vigili in spiaggia, multati anche due proprietari di cani

Nel corso del sopralluogo sono stati sequestrati decine di ombrelloni solitari, piazzati e lasciati notte e giorno per occupare la prima linea del mare e diverse tende senza occupanti, quindi di proprietà sconosciuta.

Locali
Manduria domenica 27 agosto 2017
di La Redazione
Cani in spiaggia
Cani in spiaggia © Google

Retata dei vigili urbani di Manduria ieri sui più affollati lidi delle marine della città Messapica contro il mancato rispetto delle regole contenute nell’ordinanza balneare. Gli agenti in divisa, alla guida del comandante del Corpo, il maggiore Enzo Dinoi, hanno puntato l’attenzione soprattutto contro i bivacchi delle tendopoli, l’abuso degli ombrelloni segnaposto e la presenza in animali domestici in spiaggia. Il blitz è scattato alle otto del mattino per sorprendere gli occupanti notturni nelle tende. Infatti proprio nella spiaggia centrale di San Pietro in Bevagna i vigili hanno svegliato e identificato tre giovani che avevano passato la notte attendati. Il controllo ha riguardato le spiagge principali della località balneare. Nel corso del sopralluogo sono stati sequestrati decine di ombrelloni solitari, piazzati e lasciati notte e giorno per occupare la prima linea del mare e diverse tende senza occupanti, quindi di proprietà sconosciuta.

Tolleranza zero anche per l’obbligo di non portare animali domestici in spiaggia. Ne hanno fatto le spese due turisti con animale al seguito i quali sono stati sanzionati. È stato multato anche un uomo che incurante della presenza dei vigili in divisa transitava sul bagnasciuga alla guida di un quad in cerca di posti dove piantare gli ombrelloni che trasportava. Tutto il materiale sequestrato è stato caricato sul furgone di una impresa incaricata che lo ha portato nel deposito comunale.

Le proteste dei bagnanti non sono mancate. Chi lamentava il ritardo dei controlli scattati solo a fine stagione, chi rivendicava il diritto di portarsi in spiaggia gli animali da affezione. Nei diciotto chilometri di costa manduriana, infatti, non esiste un posto attrezzato per bagnanti e cani al seguito.

Il blitz di ieri organizzato dal comando di polizia locale di concerto con l’amministrazione comunale, era il seguito di un analogo controllo eseguito una settimana fa lungo lo stesso litorale ma in orario differente. In quel caso i vigili sono scesi in spiaggia poco prima della mezzanotte. Muniti di fotocellule si sono portati via decine di ombrelloni e tre tende. Solo una persona è stata denunciata allora, un turista che vedendo smontare le propria tenda si è presentato ingenuamente reclamandone la proprietà.

Nazareno Dinoi

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Enzo ha scritto il 29 agosto 2017 alle 06:42 :

    L'ordinanza "balneare" della Regione Puglia (BUR n. 60 del 25.5.2017) all'art. 3 riassume tutto ciò che sulle aree demaniali marittime è ASSOLUTAMENTE VIETATO fare. Dobbiamo adeguarci. Se alla guida della nostra auto rispettiamo le regole del codice della strada, per evitare le previste sanzioni, quando siamo a mare, se ci sono norme, esse vanno rispettate e compete alle autorità il controllo e il contrasto, anche mediante l’irrogazione di sanzioni in presenza di violazioni. Mi auspico che le forze dell'ordine preposte, pianificando anzitempo i controlli riguardanti i settori bisognevoli di intervento, recependo le segnalazioni di quanti frequentano la località marina, ristabiliscano quel clima di legalità più consono a chi vuole trascorrere meritate vacanze. La speranza è ultima a morire. Rispondi a Enzo

  • Claudio Miano ha scritto il 28 agosto 2017 alle 22:01 :

    Spiagge sempre sporche, parcheggi selvaggi , strade dissestate,tutti i locali pubblici hanno sempre i bagni rotti, accesso alle spiagge per i disabili inesistenti affitti rigorosamente in nero.e voi multare chi porta il proprio cane sulla spiaggia? Andatevene a casa amministratori incapaci. Rispondi a Claudio Miano

  • antonio gennari ha scritto il 28 agosto 2017 alle 08:46 :

    Tolleranza zero per i cani in spiaggia.E chi fa grigliate al centro di s.pietro sotto le piante che tolleranza avete? Domenica alle 12 del 27/08/2017 dei marocchini facevano grigliate e i vigili? Alcuni passanti hanno ripetutamente chiamato ma nessuno risponde come mai? Rispondi a antonio gennari

  • Joe ha scritto il 27 agosto 2017 alle 13:20 :

    Perché i turisti pagano sempre? Molti italiani hanno anche i loro cani sulla spiaggia! Rispondi a Joe

  • Bartolo Riccardi ha scritto il 27 agosto 2017 alle 12:23 :

    Perché non fanno qualcosa contro chi abbandona rifiuti lungo le strade? È una vergogna, incivili chi deposita i rifiuti, ma anche il comune che non li rimuove... Cosa aspettano, che si decompongano tra 600 anni? L'amministrazione comunale andrebbe denunciata per oltraggio al decoro e disastro ambientale!!! Rispondi a Bartolo Riccardi

  • Brian Simeons ha scritto il 27 agosto 2017 alle 10:49 :

    È comprensibile sanzionare chi non rispetta la cosa pubblica facendone proprietà privata ma è impensabile multare per avere dei cani al seguito ( chiaramente spetta ai proprietari avere rispetto per chi non li tollera e mantenere pulita la spiaggia )....ci sono ormai posti dove i cani sono ammessi: ad esempio alcuni supermercati. Ma che questa amministrazione fosse ancora "primitiva" si sapeva già...complimenti a chi gestisce la cosa pubblica ed il suo turismo Rispondi a Brian Simeons

    Mariangela Moira ha scritto il 28 agosto 2017 alle 22:11 :

    A Lei piace fare il bagno con il cane, imbrattarsi ci sabbia dove ha fatto i bisogni, spaventare i bambini con animali privi di museruola ecc. ecc. Anoi Rispondi a Mariangela Moira

  • Francesco ha scritto il 27 agosto 2017 alle 10:28 :

    Si continua a fare i sopralluoghi solo nella spiaggia centrale ma in Via dei Giacinti nelle vicinanze del ristorante Donna Elena e' dal mese di luglio che cI sono ombrelloni e sedie in prima Linea e cani di varie razze. Rispondi a Francesco

  • Lorenzo Trupiano geologo ha scritto il 27 agosto 2017 alle 07:40 :

    E al fiume chidro i controlli? E i numerosi parcheggi abusivi a pagamento in aree protette con evidenti introiti esentasse? Meglio multare i cani a fine stagione. E i cani randagi liberi tra la gente? Che stile! Rispondi a Lorenzo Trupiano geologo

Altre news
Le più commentate
Le più lette