Posssibili ricorsi

Dehors “abusivi”, l’ira dei tiolari: allora perchè paghiamo il suolo pubblico?

A quanto pare, infatti, sulle strutture che oggi il comune dichiara essere abusive, lo stesso ente ha regolarmente incassato il tributo per l’occupazione del suolo pubblico per quanto riguarda i tavolini e quello della tenta per l

Locali
Manduria venerdì 11 agosto 2017
di La Redazione
Ordinanza dehors
Ordinanza dehors © Google

Serpeggia malumore nella categoria dei locali pubblici con dehors e tavolini per la recente presa di posizione della soprintendenza ai beni architettonici prima e del comune poi di non far abbattere le strutture realizzate perché prive di autorizzazione comunale. Furiosi, invece, i titolari dei primi tre bar di piazza Garibaldi destinatari ieri di un’ordinanza di demolizione e ripristino dei luoghi a loro carico di tende e dehors. Uno in particolare si è già rivolto ad uno studio legale lamentando una circostanza singolare. A quanto pare, infatti, sulle strutture che oggi il comune dichiara essere abusive, lo stesso ente ha regolarmente incassato il tributo per l’occupazione del suolo pubblico per quanto riguarda i tavolini e quello della tenta per la copertura esistente. «Ma come- afferma uno di loro che chiede l’anonimato -, prima ti fai pagare per l’occupazione e poi mi dici che sono abusivo? Ho già portato al mio avvocato tutte le bollette di pagamento degli ultimi trent’anni e voglio vedere se ha ragione il comuneoppure io». In effetti quasi tutti gli esercizi commerciali di Manduria e delle marine hanno sempre pagato la tassa sul suolo pubblico indipendentemente dall’autorizzazione urbanistica. Come se due organismi dello stesso comune avessero agito autonomamente con misure che si contraddicono tra loro: l’ufficio tributi attraverso i vigili urbaniincassa il dazio del suolo pubblico occupato, mentre l’Ufficio giudica abusivo lo stesso spazio. Sull’argomento interviene anche l’ex assessore alla Attività produttive, Paride Toma che osserva l’aspetto dei ritorni economici dei dehors per le impeese. «I locali disponibili in centro adibiti alle attività commerciali – afferma Toma - sono tutti di piccole dimensioni e i dehors danno la possibilità di aumentare la “portata” dei loro clienti e di conseguenza anche la loro durata di permanenza».

N.D.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Diego ha scritto il 11 agosto 2017 alle 06:49 :

    I DEHORS DELLA PIAZZA CENTRALE DI MANDURIA SONO ABUSIVI,MA QUELLI DI SAN PIETRO IN BEVAGNA SULLE PIAZZE CENTRALI CHE VENDONO FRUTTA SONO AUTORIZZATI? I CAMION PARCHEGGIATI ALLE SOSTE DEI BUS, I CAMION DELL'ACQUA SULLE STRISCE PEDONALI SONO AUTORIZZATI? VERGOGNATEVI. Rispondi a Diego

Altre news
Le più commentate
Le più lette