Spettacoli in tilt, saltano altri due appuntamenti

Locali
Manduria giovedì 22 giugno 2017
di Redazione
Spettacoli in tilt, saltano altri due appuntamenti
Spettacoli in tilt, saltano altri due appuntamenti © n.c.

Continua ad impoverirsi il cartellone di “Manduria estate 2017” a causa delle misure di sicurezza decise dopo il falso allarme di Torino durante la finale di calcio e i ripetuti attentati terroristici in Europa. Anche il presidente dell’associazione G.M. production, Salvatore Guerriero, nella giornata di ieri, 21 giugno, ha annunciato il ritiro delle due proposte  presentate per l’estate manduriana e approvate alla giunta comunale: il concerto dei Faya Free from Salento previsto per il 28 luglio a Torre Colimena al quale era stato assegnato un contributo di 2mila euro e quello dei Los Locos a San Pietro del 10 agosto di 7mila euro.

Dopo l’annullamento della terza edizione della “Sagra della cozza cieca” organizzata dall’associazione White and Black pistons di Mimmo Breccia al quale era stato assegnato un contributo comunale di 500 euro e la seconda edizione del Festival del teatro organizzato dal giornale la Voce per un contributo di 1000 euro, la movida manduriana dovrà rinunciare ad altre due serate. Resta invariato invece l’appuntamento musicale del 13 agosto  con “La notte del Munich Club” a San Pietro in Bevagna contrariamente a quanto avevamo riportato in un precedente articolo. Sono molti altri gli eventi a rischio e per scongiurare ulteriori annullamenti alcune associazioni tra le quali : Pro Loco di Manduria, La Voce, ASC Amici dance school, ASD Gruppo rotellistico Manduria, Ass Tempo Libero e pare forse anche l’Associazione Frammenti e ANSPI Sant’Anna, hanno richiesto di incontrare urgentemente il sindaco Roberto Massafra e gli assessori Valeria De Summa, Gianluigi De Donno e Cosimo Lariccia al fine di chiarire e poter meglio interpretare le nuove normative.

La recente modifica della regolamentazione per l’organizzazione di eventi pubblici, infatti, richiede un numero troppo elevato di documenti, certificati e spese per i tecnici a carico degli organizzatori difficili da sostenere dalle associazioni oltre ai tempi burocratici imposti necessari per istituire le pratiche da inviare per via telematica a ridosso delle manifestazioni .

Katja Zaccheo

Lascia il tuo commento
commenti
Altre news
Le più commentate
Le più lette