Patata bollente che viene da lontano

Buco di 244mila euro. Come si fa a pagare?

​C’è un buco di 244mila euro nelle casse della Cascina Global Service, ex affidataria dei lavori di manutenzione degli immobili comunali...

Attualità
Manduria sabato 14 luglio 2018
di La Redazione
Debito
Debito © La Voce

C’è un buco di 244mila euro nelle casse della Cascina Global Service, ex affidataria dei lavori di manutenzione degli immobili comunali, strade urbane, custodia palazzo municipale e servizi cimiteriali di Manduria. A pagarli dovrà essere l’amministrazione comunale che, a contratto scaduto, ha concesso proroghe alla società romana dimenticandosi di garantire la necessaria copertura finanziaria. Il solito, maledetto, debito fuori bilancio che nessuno ora se la sente di pagare, ammesso che si riesca a trovare i fondi per farlo.

La patata bollente, la cui «cottura» è iniziata con l’amministrazione dell’ex sindaco Roberto Massafra, è andata avanti con l’amministrazione straordinaria dell’ex commissario prefettizio, Francesca Adelaide Garufi e sta interessando ora il triumvirato dell’amministrazione straordinaria nata con il decreto di scioglimento per mafia. Porta la data di metà giugno la notifica di un ricorso per decreto ingiuntivo firmato dall’avvocatessa Elisabetta Martire per conto della Cascina Global Service Srl che lamenta un credito pari a 244.433 euro relativo a fatture regolarmente registrate dagli uffici preposti comunali senza essere state mai pagate per mancanza di impegno di spesa, appunto. «Malgrado il servizio sia sempre stato eseguito con puntualità e perizia -scrive il legale nel suo atto -, la committente ha mancato di pagare il corrispettivo di cui alle seguenti fatture, regolarmente emesse dall’appaltatore e pur tuttavia ad oggi non ancora liquidate». I titoli sono in tutto sette e coprono un periodo che va da aprile a luglio 2017 relativi alle proroghe concesse senza copertura.

La “brutta notizia”, nota a tutti, dall’ex giunta all’ex dirigente del settore Aldo Marino e naturalmente all’attuale Emanuele Orlando, dal segretario comunale alla Garufi e ai revisori dei conti, è tema di discussione e nervosismo in diversi uffici comunali che non sanno come uscirne.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Marco ha scritto il 15 luglio 2018 alle 19:30 :

    Ecco per questo sono aumentate le multe, solo alle macchine che risultano essere fuori dal territorio di manduria. In quanto non trovando parcheggio nella viA dove abito, per cui pago tasse etc la domenica sono costretto a migrare e i nostri vigili sempre presenti sul territorio cosa fanno, multano le macchine con targa non rilasciata nel tarantino. Rispondi a Marco

  • Tiziano Dimaggio ha scritto il 14 luglio 2018 alle 18:20 :

    No vi prego l'affidamento della manutenzione delle strade urbane non si può sentire.. non offendete i cittadini di Manduria. Ma vi siete resi conto in quali precarie condizioni versano le strade di Manduria??? 244 mila euro di spettanze per la manutenzione delle strade??? Non avete idea di quante bestemmie ogni volta che prendo una buca con la macchina sono oggetto gli amministratori di Manduria che potevano fare e non hanno fatto... Rispondi a Tiziano Dimaggio

  • Marco ha scritto il 14 luglio 2018 alle 09:05 :

    Avete il bancomat “San Pietro” e non lo sapete sfruttare anzi lo sfruttate solo per i vostri comodi Rispondi a Marco

Altre news
Le più commentate
Le più lette