Decine di migliaia di euro con sentenze esecutive

Gli errori dei vigili urbani alimentano i debiti fuori bilancio

La piaga dei debiti fuori bilancio per il comune di Manduria, già segnalata dalla Corte dei Conti che non ha ancora chiuso quel capitolo, presenta un filone di spesa...

Attualità
Manduria mercoledì 02 maggio 2018
di La Redazione
Multe
Multe © Google

La piaga dei debiti fuori bilancio per il comune di Manduria, già segnalata dalla Corte dei Conti che non ha ancora chiuso quel capitolo, presenta un filone di spesa poco conosciuto ma costante e incontrollato. È quello delle spese sostenute per i procedimenti giudiziari di chi contesta le multe elevate dai vigili urbani che vengono poi contestate dagli automobilisti e puntualmente annullate dal giudice di pace. Negli ultimi otto mesi, di sentenze esecutive con questo oggetto ne sono arrivate trentacinque. Altrettante sono state le delibere firmate dal commissario straordinario Francesca Adelaide Garufi che con potere di Consiglio comunale ha sanato il debito fuori bilancio derivato dalla restituzione della somma che l’automobilista multato ha già pagato per la presunta violazione del codice della strada ritenuta sbagliata e quindi annullata dal giudice. Ma non solo. All’importo sanzionatorio si sommano le spese legali e di giudizio. E qui le cifre crescono a dismisura e senza limiti. Decine di migliaia di euro che sono uno stillicidio per le povere casse pubbliche.

Alla fine, insomma, a pagare è sempre il contribuente, mai il pubblico dipendente, il vigile urbano in questo caso o l’Ufficio di polizia urbana più in generale, che per un motivo con il loro errore producono un danno erariale di cui mai nessuno ha chiesto conto neanche dal punto di vista disciplinare.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Massimo B ha scritto il 03 maggio 2018 alle 02:41 :

    Prima di accusare il corpo dei Vigili Urbani bisognerebbe analizzare ogni singolo caso, per capire se si tratta di incompetenza dei ns. Vigili o di furbizia da parte dell'automobilista. Inoltre non dimentichiamo e trascuriamo il fatto che buona parte dei cittadini manduriani siano indisciplianati, arroganti e irriguardosi nei confronti del corpo dei vigili. Rispondi a Massimo B

    lorenzo ha scritto il 03 maggio 2018 alle 18:16 :

    Ma in estate, sono gli stressi i vigili intransigenti di Manduria che quando passano sul ponte del Chidro 9 volte su 10 non vedono gli automobilisti indisciplinati, arroganti e irriguardosi che parcheggiano auto in divieto di sosta o sugli imbocchi della ciclabile? Strano eppure il ponte stesso non è in buone condizioni. Ah dimenticavo a Manduria bisogna rispettare le regole alla Marina si fa ciò che si vuole. Non mi sembra che un divieto di sosta su ambo i lati sia facilmente appellabile. Rispondi a lorenzo

    Silvio ha scritto il 03 maggio 2018 alle 16:39 :

    nessuno vuole accusare " chicche e sia" diceva Totò ,il Giudice di pace applica solo la legge. Un po' di elasticità non guasterebbe. Non crede? Rispondi a Silvio

  • silvio ha scritto il 02 maggio 2018 alle 18:31 :

    Prevenzione Prevenzione Prevenzione. Fischietto Fischietto fischietto Rispondi a silvio

  • Marco ha scritto il 02 maggio 2018 alle 16:17 :

    Specialmente a San Pietro su Via Borraco lo sai quanto lavorerebbero gli autovelox Rispondi a Marco

  • leonardo ha scritto il 02 maggio 2018 alle 12:29 :

    si vuole fare cassa con la ztl .stupidi. prendessero esempio da Monteparano.con due autovelox del c.... incassano milioni di eur(i) ai danni di noi automobilisti.queste due macchinette infernali sono state piazzate seminascoste (autorizzati dalla prefettura) purtroppo e se rispetti i limiti di 50kmh ti suonano dietro o rischi di essere tamponato.poverannui. Rispondi a leonardo

  • lorenzo ha scritto il 02 maggio 2018 alle 06:12 :

    Deve essere bello sbagliare e pagare con i soldi altrui. Tanto lo stipendio è garantito comunque. Che stile, che mentalità assurda. Rispondi a lorenzo

Altre news
Le più commentate
Le più lette