Perchè il fatto non sussiste

Il concorso di primario chirurgo al Giannuzzi è stato regolare, tutti assolti in Appello

L’inchiesta era partita dalla denuncia presentata dall’ex sindaco di Manduria, Roberto Massafra, parte civile nel procedimento.

Attualità
Manduria giovedì 11 gennaio 2018
di La Redazione
Giustizia
Giustizia © Google

La Corte d’appello di Taranto ha assolto, perché il fatto non sussiste, il primario della chirurgia dell’ospedale di Manduria, Claudio Fracasso, l’ex direttore generale della Asl, Angelo Domenico Colasanto e l’ex direttore sanitario della Asl di Taranto, Fabrizio Scattaglia. In primo grado erano stati condannati con l’accusa di aver truccato il concorso vinto da Fracasso a danno del chirurgo Roberto Massafra, ex sindaco di Manduria, il quale aveva presentato l’esposto che aveva fatto partire le indagini e il processo.

Il tribunale di Taranto aveva condannato Fracasso a due anni di reclusione con la pena sospesa e l’interdizione dai pubblici uffici. Ad un anno è mezzo l’ex direttore generale Colasanto e ad un anno l’allora direttore sanitario Scattaglia.

L’inchiesta era partita dalla denuncia presentata dall’ex sindaco di Manduria, Roberto Massafra, parte civile nel procedimento. Massafra che all’epoca del concorso svolgeva le funzioni di primario facente funzioni, aveva sempre sostenuto l’inattendibilità dei titoli presentati dall’altro concorrente.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • giorgio sardelli ha scritto il 11 gennaio 2018 alle 15:08 :

    Mi piacerebbe capire perchè una sentenza di primo grado la corte di appello la ribalta completamente, se ci sono reati saranno sotto gli occhi di tutti si potrebbe capire una sentenza che non varia di molto la precedente ma da un estremo all'atro è difficile da capire. A meno che uno si riesce a vincere facile in un processo e nell'altro no Rispondi a giorgio sardelli

Altre news
Le più commentate
Le più lette