Pronti a rivolgersi alla magistratura

Il Pd di Avetrana denuncia i comportamenti che riconducono al fascismo

​In un documento diffuso alla stampa il circolo del Partito Democratico di Avetrana stigmatizza il comportamento dei due amministratori comunali avetranesi, il vice sindaco e il capogruppo...

Attualità
Manduria giovedì 07 dicembre 2017
di La Redazione
De Marco Scarciglia
De Marco Scarciglia © La Voce di Manduria

In un documento diffuso alla stampa il circolo del Partito Democratico di Avetrana stigmatizza il comportamento dei due amministratori comunali avetranesi, il vice sindaco Alessandro Scarciglia facente parte delle forze armate e l’ex sindaco Mario de Marco attuale capogruppo di maggioranza, i quali «pur rappresentando le istituzioni – si legge nella nota -, si sono fatti promotori di azioni sulla stampa e sui social, di sostegno a posizioni così eclatanti tali da scandalizzare non solo la nostra comunità, ma l’intera Nazione».

I due amministratori in più occasioni hanno difeso il carabiniere di Venezia che in una caserma ha esposto la bandiera utilizzata dai movimenti nazisti condannando invece chi lo aveva denunciato. Questo loro comportamento ha poi scatenato un dibattito che non ha risparmiato insulti diffamanti nei confronti di chi, invece, condannava l’azione del carabiniere.

«Non consentiamo a questi amministratori – continua il documento del Pd - di dilaniare ulteriormente la nostra comunità e di offendere le istituzioni democratiche; pertanto – si legge ancora - chiediamo un intervento urgente e fattivo degli organi preposti alla vigilanza e all’osservanza della nostra Costituzione Repubblicana». E ancora. «Lo squadrismo da tastiera di chi pensa di derubricare un fatto grave in una presunta gaffe storica o in una fake news (notizia falsa) – prosegue il comunicato - non passerà sotto silenzio e tutti quei commenti che hanno passato il segno di una critica civile verranno sottoposti all’autorità giudiziaria». Facendo chiaramente intendere di voler interessare la magistratura per quanto è stato detto e fatto sui social, i pidini concludono il loro intervento con una citazione del ministro della Difesa, Roberta Pinotti secondo cui «chi giura di essere fedele alla Repubblica, alla Costituzione e alle sue leggi, come fanno tutti i militari deve essere consapevole dei valori che sottendono a tale giuramento». E infine. «Abbiamo l’obbligo – dichiarano i componenti del Pd - di rispettare il sacrificio delle lotte Partigiane e con convinzione denunciamo e condanniamo ogni episodio riconducibile al fascismo, al nazismo e antisemitismo».
Lascia il tuo commento
commenti
Altre news
Le più commentate
Le più lette