Misure estreme

Oggi parte la caccia alla Xylella nelle campagne manduriane

“Le operazioni - fanno sapere dall’Agenzia regionale - verranno effettuate da agenti fitosanitari appositamente formati dall’Arif e riconosciuti dalla Regione Puglia e – aggiungono - non comporteranno alcun elemento invasivo e dis

Attualità
Manduria venerdì 13 ottobre 2017
di La Redazione
Xylella
Xylella © Google

Inizierà questa mattina negli uliveti del territorio manduriano l’attività di monitoraggio per individuare l’eventuale presenza della Xylella fastidiosa. L’Agenzia per le Attività Irrigue e Forestali incaricata dalla Giunta regionale della Puglia effettuerà i controlli nelle zone “indenne”, “cuscinetto” e di “contenimento” già individuate a febbraio scorso dalla Sezione Osservatorio Fitosanitario. I territori interessati, sono i comuni di Foggia, Barletta-Andria, Bari, Brindisi e Taranto interamente o parzialmente. Manduria rientra nella zona di contenimento. “Le operazioni - fanno sapere dall’Agenzia regionale - verranno effettuate da agenti fitosanitari appositamente formati dall’Arif e riconosciuti dalla Regione Puglia e – aggiungono - non comporteranno alcun elemento invasivo e distruttivo». Saranno ispezionati visivamente ettaro per ettaro tutte le piante specificate, con particolare attenzione per quelle più esposte ad ospitare la Xylella ed eventuale verranno prelevati campioni dalle piante che manifestano i sintomi ascrivibili alla Xylella e di quelle sospette. Le indagini proseguiranno per qualche settimana e si concluderanno il 31 dicembre 2017. “L’esecuzione di una ricognizione sistematica della presenza della Xylella sul territorio pugliese - riferisce il direttore tecnico Matteo Totaro in una lettera inviata al commissario prefettizio del Comune di Manduria Francesca Adelaide Garufi – costituisce un passaggio obbligato nella lotta al batterio e pone le basi per la programmazione di ogni intervento principalmente di prevenzione”. “Uno strumento necessario di conoscenza e di tutela del patrimonio ambientale agricolo e storico culturale per l’intera collettività locale e regionale”, - conclude l’esperto che sovraintenderà tutti i lavori a livello regionale.

Katja Zaccheo

Lascia il tuo commento
commenti
Altre news
Le più commentate
Le più lette