Mare e luoghi

Il Cristo di Torre Colimena come l'Arcuri di Porto Cesareo

Zitta zitta è stata collocata sugli scogli con lo sguardo rivolto verso il mare aperto e le braccia tese come se dovesse abbracciare tutti insieme: mare, pescatori, turisti e chi più ne ha più ne metta.

Attualità
Manduria domenica 13 agosto 2017
di Monica Rossi
Cristo di Torre Colimena
Cristo di Torre Colimena © La Voce di Manduria

Un bel mattino è apparsa. E si che non passa certo inosservata. Zitta zitta è stata collocata sugli scogli con lo sguardo rivolto verso il mare aperto e le braccia tese come se dovesse abbracciare tutti insieme: mare, pescatori, turisti e chi più ne ha più ne metta. Già alla sera era diventata una star che si lasciava immortalare in selfie divertenti e divertiti. Stiamo parlando della nuova statua di Gesù Cristo, alta circa 5 metri, basamento compreso, tutta bianca, in cemento che è stata collocata sugli scogli di Torre Colimena davanti alla Lega Navale. La "Culy" affettuosamente rinominata dai più trendy così come Rio de Janeiro. Ma i commenti sui social non si sono fatti certo attendere: "Qui uno si alza la mattina e mette la statua che vuole in barba ad autorizzazioni e condivisioni popolari. E poi all'interno di un'area protetta..." oppure: "Non so. Qui a volte si prendono iniziative convinti di fare il bene collettivo. Magari qualcuno crede che ci salverà dallo scarico a mare...Io preferirei che si facesse qualcosa per rendere questo posto più allettante dal punto di vista turistico. Non so... un'isola pedonale lastricata di chianche? Un contributo comunale per rendere decorose le facciate delle case? Il marciapiedi fino alla Salina? Un parco giochi ai piedi della Torre? Io di idee ne ho tante...". Solo per citarne alcuni. A questo punto era giusto sentire il,presidente della Lega Navale di Torre Colimena, Davide Giusi: "Ce l'ha donata quello che vende i fiori all'incrocio, lui ha diverse statue e noi, essendo cristiani abbiamo deciso di metterla nella Lega Navale. L'abbiamo restaurata a spese della Lega. Una Protezione per i pescatori? Dovremo discutere questa cosa. Potrebbe andare pure. Vediamo, anche perché io l'ho detto a chi ce lo ha donata: con le tempeste del mare non durerà più di tre anni. Finché regge la teniamo, poi si vedrà. Non l'ho messa sopra perché toglie la visuale, l'ho messa sotto, così si vede ma non disturba. È tutta in cemento ed è molto pesante, quindi non abbiamo ritenuto di fissarla. Inaugurarla? Io ne ho parlato con don Tommaso e cercheremo di benedirla per la processione di Santa Maria, al momento ci limitiamo a fare questo. Io la volevo spostare alla punta (tra la prima e la seconda spiaggia) mi sono sentito con Mariggiò per capire se la posso spostare. È una riserva naturale e occorrono le autorizzazioni. Per il momento la teniamo nell'area nostra che possiamo gestire come vogliamo perché abbiamo la concessione dell'area. Quello che dice la gente? Sinceramente non mi interessa perché ci sono sempre le persone alla quale va bene e altre che non vogliono. Noi soci siamo tutti credenti, siamo d'accordo noi e va bene così. È un'area privata e possiamo farlo. Non stiamo mettendo l'Arcuri come a Porto Cesareo, stiamo mettendo una statua di Gesù Cristo e noi siamo cristiani. Penso che non ci sia nulla di male a mettere la statua di Gesù. Non è un santuario, è una statua che tutti possono ammirare e magari smettere di bestemmiare guardandola".

--

Monica Rossi

Lascia il tuo commento
commenti
Altre news
Le più commentate
Le più lette